Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X
Filtra prodotti
Cerca prodotto

‹ INDIETRO

Vetri puliti? I nostri consigli

Se il cristallo è satinato, decorato, inciso, riflettente oppure stampato (Millerighe, Millepunti, Graffio, Bolla, Pavè e Cincillà): spolverare il vetro con un panno morbido; lavare con acqua, miscelata a prodotti detergenti neutri per vetro, esenti da silicone; risciacquare e asciugare subito con un panno pulito e morbido, preferibilmente in microfibra, passandolo sempre nella stessa direzione.

Se il cristallo è sabbiato (Damo, Spyro e Flutes): spolverare il vetro con una spazzola morbida o semidura, in setola naturale oppure di fibra sintetica (attenzione: la spazzola non deve essere abrasiva o di metallo); lavare con acqua, miscelata a sapone neutro o di Marsiglia, sciolto nell’acqua; risciacquare e asciugare subito con un panno in microfibra o di daino, passandolo sempre nella stessa direzione.

Se il cristallo è smaltato: spolverare il vetro con un panno morbido e pulito; lavare con una soluzione preparata con acqua tiepida al 70% e alcool al 30%; risciacquare e asciugare subito con un panno pulito e morbido, preferibilmente in microfibra, passandolo sempre nella stessa direzione. E' importante non utilizzare prodotti chimici o pagliette abrasive che potrebbero danneggiare o rigare la superficie smaltata.

Altri dettagli? Per la pulizia dei vetri è possibile anche utilizzare un detergente naturale, preparato in casa con 1 litro di acqua tiepida, mezzo bicchiere di aceto di vino bianco e mezzo bicchiere di alcool: versare la soluzione in uno “spruzzino” ed utilizzarla al posto del detergente commerciale, risciacquare e asciugare il vetro. Per evitare la formazione di macchioline e aloni dopo l'asciugatura del vetro, è necessario non utilizzare acqua con alta concentrazione di calcare e non lavare i vetri quando batte il sole. Per la pulizia di superfici di piccola o media estensione si può scegliere tra panni in microfibra o di daino, oppure la carta di giornale, solitamente la più utilizzata, poiché garantisce una pulizia accurata, senza aloni e residui.

INDIETRO